Aiutiamoli

29 12 2020. Questa storia è di una tristezza incredibile, e  dimostra che quando i cani sono di proprietà nessuno li aiuta. Il 19 dicembre ad una signora anziana del Cuneese purtroppo è venuto  un infarto ed in ospedale si è presa pure il COVID, a casa ha 6 cagnolini ed una sola figlia che abita distante sola e con altri 2 animali.
Il condominio che fa? Si lamenta solo degli abbai dei canirimasti soli, denunce esposti ma nessuna soluzione.. Qualcuno da alla figlia il telefono dell’associazione, capendo l’urgenza  organizziamo viaggio ed andiamo a vedere, troviamo tutte queste creature che non escono da casa da tanto tempo, affettuose  festose, si vede che sono state amate, una è tripode, 2 cani li prenderà la figlia a Torino, 3 li abbiamo portati via subito noi, una purtroppo è rimasta da sola in casa, un ragazzo andrà dargli da mangiare e poi speriamo in una soluzione anche per lei.
Quello che è triste che si sentono tante belle parole su aiuti vari..ma quando serve nessuno nemmeno risponde, la figlia ci ha raccontato a quanti ha chiesto , mandato mail, telefonate, ma niente.. mentre li portavamo via  lo sguardo della figlia commosso, perchè  aveva finalmente ricevuto un aiuto, una risposta concreta, ci ha stretto il cuore. Mentre ci sono tanti viaggi per il traffico redditizio dei cani del sud che continuano a fare cuccioli per spedirli su.. qua ci sono realtà gravi che nessuno risolve.
Certo sono tutti anziani , ma noi non guardiamo età sesso ma l’urgenza ! Naturalmente abbiamo potuto prenderli perché abbiamo anche persone splendide che adottano e quando svuotano una gabbia noi possiamo salvarne un altro. Ora il nostro cuore è la, per l’unica rimasta, piccola sui 10 anni, forse si risparmierà la gabbia..c’è una richiesta in zona, speriamo.

Condividimi!