Ciao Chirone

ULTIMO AGGIORNAMENTO Ciao Chirone quanto sei stato fortunato quell’ estate di tanti anni fa Una bella coppia era venuta a liberarti, la famiglia ha poi avuto una bimba da poco un altro piccolino, ma non hanno fatto come tante coppie che appena aspettano un figlio danno via il cane… tu sei sempre stato tanto amato e si è aggiunto pure l’amore dei bimbi da vecchietto tanto curato, pure l’ ultima operazione per provare a salvarti, di più per te non potevamo fare, ora sei volato via, lasciando un grande vuoto, Comunque sei stato fortunato, ci sono dei cani che non avranno mai quello che hai avuto tu. Grazie Shara GRAZIE!

 TESTIMONIANZA Ciao Eleonora, abbiamo cominciato ad educare Chirone fin da subito. Queste foto sono per tutte le persone che sostengono che educare ai comandi un cane adulto se non anziano sia impossibile…e ne io ne Igor siamo addestratori. Per aiutarlo a prendere confidenza con noi e con la sua nuova casa abbiamo iniziato con il comando più semplice, il “vieni” . Ogni volta che vinceva la diffidenza avvicinandosi a noi riceveva un piccolo premio sotto forma di carezze o biscotto. Per il “seduto” abbiamo fatto la stessa cosa inizialmente dandogli un paio di premi anche se non capiva che cosa volessimo esattamente dato che ci guardava con la testa un po’ di traverso e ben dritto sulle quattro zampe; successivamente abbiamo iniziato ad avvicinargli la mano con il biscotto al naso e con l’altra, con un’unica lunga carezza testa-coda, a spingere sul sedere fino a farlo sedere ripetendo bene il comando “seduto” e gratificandolo con il tanto sospirato biscotto e la carezza. In un paio di giorni, e con poca pazienza, Chiro ha imparato a sedersi al comando. Una volta imparato bene il “seduto” siamo passati al “terra”: prima Chiro è stato fatto sedere e poi, dopo avergli fatto annusare il biscotto, lo abbiamo nascosto nel pugno e lo abbiamo portato fino a terra. Inizialmente ha cercato di rialzarsi ma, fatto sedere di nuovo, era quasi comico vedere i suoi tentativi di contorsione nella speranza di riuscire ad acchiappare il biscotto a terra. Come ha iniziato ad avvicinare il muso a terra a caccia del premio è bastato spostare la mano avanti lungo il terreno per vederlo distendersi nel tentativo di guadagnarsi il boccone e ripetergli il comando “terra”. Il nostro percorso è ancora lungo, ora stiamo ripetendo tutti i comandi in mezzo alla gente, ma le soddisfazioni sono davvero tante, soprattutto quella di vederlo sereno e tranquillo in qualsiasi situazione, anche in macchina. Dimenticavo Chirone ha otto anni, non e più un cucciolo da parecchio tempo ormai ed è con noi da appena due mesi…spero che questa testimonianza ti sia utile per far capire alle persone che si fermano al cucciolo e pensano che un adulto oramai non impara più, niente. A presto Shara

 Mi telefona una bella coppia chiedendo un cane grande, gli do appuntamento in canile, raccontando di un bel lupone,che arrivava da un altro canile, giovane , che all’inizio era un po’ diffidente, molto diffidente, ora invece era un amore. Ecco le foto del primo incontro di fronte al box, poi nel prato fuori la presentazione, un breve giretto per provarlo al guinzaglio, era perfetto, anche se sembrava spaesato, molto spaesato, perchè non era la solita uscita fatta con i volontari, c’era qualcosa di diverso nell’aria. POI IL COLPO DI SCENA! Si va dal gestore per fare i fogli dell’adozione, si controlla il chip, NON c’era, e già non c’era perch NON ERA GIOVANE, aveva ancora il tatuaggio, si cercano i suoi documenti, e si scopre che il “giovane” lupone aveva 8 anni, ha 8 anni!! Pensavo di riportarlo nel box, di chiedere scusa,avevo sbagliato cane ed età! La coppia si guarda e dice :”non importa, lo prendiamo comunque!” Vi rendete conto? Che fortuna ha avuto questo cane? Una bella favola per ferragosto, guardate le foto nel giardino di casa sua, ora ha una casa una bellissima famiglia, e ringrazia dando tanti bacini. Guardate la foto all’ombra sotto la siepe,dopo tanti anni in canile, è commovente. GRAZIE SHARA ED IGOR!

Condividimi!