Ciao dalmata

Che tristezza un altro morto in canile. Non siamo riusciti a liberarlo.. sono troppi, tantissimi, è matematico, se le richieste sono meno dei cani in prigione, continuano a fare nascere cuccioli e così molti continueranno a morire senza mai avere provato la libertà.. Di solito ci si dispera quando ci muore un cane a casa, invece per noi volontari c’è molta più sofferenza quando muore un cane in gabbia, viene persino voglia di smettere, tanta è la sofferenza.. Vediamo tante persone venire in canile ed andare via senza niente, guardano il pelo, l’altezza ,e 1000 altre stupidaggini pochi guardano il cuore.. QUANTO AMORE SPRECATO IN GABBIA! La colpa è sempre degli umani.. i bastardi siamo noi, che vi facciamo nascere, che vi abbandoniamo, che vi veniamo a vedere come allo zoo e certi riescono pure a ridere davanti le gabbie dove i cani saltano fino al soffitto.. Provate voi a stare tutta la vita in gabbia senza avere nessuna colpa…

Vicino a Torino, c’è un bellissimo dalmata, NESSUNO HA MAI CHIAMATO PER LUI; sembra invisibile…cane adulto, e di moda qualche anno fa… ora come un abito degli anni passati, è stato ritirato in un canile. Povero cane, comperato, poi tanta sofferenza per la fame poi l’abbandono, e che cavoli quando finirà? Dipende da voi…cane buono bravo e bello, l’unico problema il cibo, mangerebbe sempre, l’unica accortezza da avere e tenerlo lontano dal cibo di chiunque. Non mangiargli un panino davanti, ve lo ruberebbe, però ruberà anche tante coccole, è bellissimo, ma sembra invisibile…      

Condividimi!