Lulù

Ciao Eleonora, Lulù (ex Patata) si sta poco a poco ambientando. Arrivata a casa nostra circa un mese fa, ha passato la prima settimana soffiandomi in faccia e standosene in un angolo dello sgabuzzino, al buio. Sapendo che al buio aveva passato la maggior parte dei suoi anni (i volontari che l’avevano presa in custodia mi hanno detto delle brutte condizioni in cui viveva) l’ho lasciata stare. Poi, un bel giorno, l’ho trovata in cima ad una cassettiera in camera mia. Si era infilata in una vecchia scatola che avevo dimenticato e ne aveva fatto la sua casa. Le abbiamo medicato gli occhi e la brutta stomatite. Ora sta meglio, la scatola di cartone è stata sostituita da una bella cuccia, ma sempre sulla cassettiera! Da lì non si muove! Da due settimane riesco ad accarezzarla e lei mi ricambia con delle belle “testate” che io interpreto come suo gesto d’affetto. Con gli altri animali di casa, si trova bene. Quando passo l’aspirapolvere, tutti e tre se ne vanno sotto il letto, in tre angoli ben distanti tra loro, ma pur sempre sotto lo stesso spazio. Sono così buffi! Lulù dovrebbe avere tre o quattro anni, ci ha confermato il veterinario.E’ ancora spaventata dalle persone ed al momento sono l’unica in famiglia che riesce ad avvicinarla. Chissà, magari un giorno tornando a casa, oltre ad Eva il cane ed Apollo il gattone, ci sarà anche Lulù in sala, in attesa con gli altri due che io mi chini a dia loro i bacetti e le coccole che loro tanto aspettano. Ho speranza. Anche Eva, cagnetta adulta, ed Apollo, gatto a cui mancano i canini per i maltrattamenti subiti, arrivano da storie di abbandono. Sono entrambi adulti. Ed è come se li avesse avuti da sempre. Non è vero che se prendi animali cuccioli ti vogliono + bene…io percepisco negli sguardi dei miei amici a 4 zampe un amore speciale nei miei confronti e quelli di mia figlia, perchè son certa che quando loro dormono e sognano dei brutti giorni che hanno passato, e poi aprono gli occhi e con gioia riconoscono la loro casa, beh, secondo me loro sono ancora + riconoscenti per quello che ora hanno. Più di un cucciolo che per fortuna sua, non ha conosciuto l’abbandono. Quando Eva mi guarda, i suoi occhietti marroni mi parlano e mi ringraziano continuamente per le belle passeggiate, la pappa, i bacetti, il bel letto su cui dorme..e mi dice” ti prego, non abbandonarmi mai..”. Ed io so che questo non le accadrà mai più.

Condividimi!